Storia locale di ricerche, studio ed altre attività culturali








I NUMERI ARRETRATI DEL GIORNALE POSSONO
ESSERE RICHIESTI AL CENTRO STUDI SORATTE DI SANT'ORESTE


PRESENTAZIONE

Vogliamo solo dire che resuscitare quella testata non è una operazione archeologica perché i motivi informativi e formativi per cui era nata sono tuttora validi anche se siamo nel III° millennio.
Giustamente di acqua sotto i ponti ne è passata tanta; a volte ha “scarracciato”, ma lo spirito di partecipazione e di contributo alla crescita è rimasto inalterato. I nuovi scenari cercheremo di tenerli presenti ma soprattutto tenteremo di porci a confronto con loro. La forza di questo giornale era il localismo a cui daremo, oggi, una connotazione più completa tentando di trovare una dimensione culturale ai fatti che un giornale locale deve registrare.
Oggi useremo i mezzi più innovativi, vedi computer e le nuove tecnologie, per metterci più rapidamente in contatto con tanta gente nostra e non.
Così Soratte Nostro sarà un giornale che vola in e-mail.
Sarà in questa fase un foglio divulgato nei bar.
La redazione verrà ospitata dalla Pro Loco e la collaborazione è aperta a tutti, con l’impegno alla pubblicazione di tutti i materiali che ci saranno inviati.
Concludiamo con un appello alle vecchie firme del giornale e a tanti giovani che oggi sono in grado di scrivere, di porre i problemi, di fare informazione attraverso la critica, la ricerca, la satira.
Speriamo bene.
Il materiale potrà essere inviato via posta elettronica.

Cari amici vi aspettiamo; scrivete e spedite.

IL RESPONSABILE DELLA REDAZIONE (Prof. Francesco Zozi)



Francesco Zozi

Sant'Oreste -- INCOMINCIAMO QUESTA PRIMA DEL FOGLIO OCCUPANDOCI Di Sviluppo.
Si! di sviluppo.
Con frenesia, con determinazione. Sicuri che questo sia il progetto. Ed allora, come coniugare sviluppo e sacrifici? Cosa sacrificheremo questa volta? negli anni 60 toccò alla montagna. Questa volta pure?
In fin dei conti 4 sassi !!!!!!!!!!
Tutti lo dicono. Via allo sviluppo da protagonisti; siamo rimasti per troppo tempo fermi. E tutti si sfregano le mani aspettando le orme invadenti “u monte i ferru”, macchine che rombano sulla antica strada “Torregiani”, che creano l’anello che intrappola le nostre zone artigianali con quelle del privato e delle banche. DICIAMOLA A BOCCA CHIUSA, a sinistra.
QUESTO PAESE SARA’ UN CONCENTRATO DI VOGLIA BERLUSCONIANA, DI ESSERE PRIME DONNE, DI AVER FATTO SOLO QUELLA POCA COSA DI DIFENDERE LA MONTAGNA E CHIUDERLA ALLO SFRUTTAMENTO DI ALTRO SVILUPPO.
NON CI DIMENTICHIAMO L’ALTA VELOCITA’. OGGI COME ALLORA NON AVREMO FATTO IL GIROTONDO MA L’AVREMMO SALUTATA COME MIRACOLO DELLO SVILUPPO.

Bene staremo a vedere e questo foglio come sua tradizione sarà ben guardingo.
Discutiamolo!!!!!!!!!!!!!
MA EVVIVA IL TEMPO DELLE OLIVE ED I 5 ANNI DELLA RISERVA NATURALE DEL SORATTE.



Avventura Soratte

Sant'Oreste -- Nuovo sentiero "Anello del Soratte"

Ci sono volute due mattinate domenicali, ma alla fine un nuovo sentiero all'interno della Riserva Naturale del Soratte è stato finalmente aperto. Il sentiero, dal nome provvisorio "anello del Soratte", permette di effettuare dopo una lunga passeggiata che parte dal percorso "vita", il giro completo del monte. Lungo questo percorso una diramazione ci porterà in vetta all'ultima cima del Soratte a circa 500 metri di altezza, la cosiddetta "quadrara delle aquile" dove un tempo nidificavano appunto le aquile. Per arrivare a questa cima il percorso è stato facilitato dalla buona pulizia del sentiero, pertanto attraverso la "calcara composta" (una sorta di vecchia piazzola per le carbonare resa pianeggiante da una muraglia) ed il "passo di mazzocchia" (l'ultimo valico dei sette colli del Soratte) si raggiunge la radura che aprirà allo sguardo del visitatore un paesaggio inedito e suggestivo. Proseguendo invece per l' "anello" si giungerà ad una radura cosiddetta "campicciolo", per arrivare fino ai margini della Riserva per poi raggiungere di nuovo il Paese di Sant'Oreste. Ringraziamo i componenti dell'operazione, tra i quali i corridori di trail del Soratte che con questo nuovo sentiero avranno diversi nuovi chilometri di pista tracciata per le loro corse, ed il Sig. "Trento", che grazie alla sua esperienza ha saputo guidare il gruppo lungo i vecchi sentieri da lui percorsi nella sua giovinezza.

VINI A PALAZZO … MA NON PER TUTTI
la carrozzella


Sant'Oreste -- Grande successo la manifestazione di domenica 26/1/2003 nella sala Fregosi, nell’ex Monastero di Santa Croce, ora sede del Comune di Sant’Oreste. Degustazione e descrizione di sapori ed odori dei migliori vini illustrati da sommelier di competenza nazionale, con la presenza di Autorità comunali e regionali e soprattutto di tanti santorestesi.
Ma non per tutti è stato possibile assistere alla manifestazione, non per mancanza di posti e nemmeno perché indesiderati, anzi. Non è stato sufficiente neanche la presenza dell’Associazione nella locandina, tra i collaboratori alla manifestazione. Non è stato sufficiente l’interessamento dell’elettricista comunale, e l’interessamento del Sindaco e dell’Assessore ai lavori pubblici. Mentre suoni jazz provenivano dal contemporaneo concerto nel nuovo teatro comunale, dopo un bell’inizio gospel, nell’ambito della manifestazione “lasciamoli in pace”, mestamente e con l’animo rassegnato si avviavano a casa perché le castagnole aspettavano. Accidenti a quell’ascensore che non funziona mai.

Marforio



HOME | CONTATTI | CHI SIAMO
Designed by: Carlo Portone © 2007-2012
Tutte le fotografie: © Carlo Portone
sito ottimizzato alla risoluzione di 1024x768 pixel - carattere medio con I.E.